NEA PSICHE
CENTRO PER LO STUDIO, LA RICERCA ED IL TRATTAMENTO
DELLE DINAMICHE PSICHICHE, SOCIALI E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO
NeaPsiche

Home Chi siamo Servizi specialistici Centro Clinico Nea Psiche Attività scientifica e formazione Biblioteca Links utili


Contatti
Eventi
Vi consigliamo


Centro Clinico di Psicologia

Nea Psiche

Disagi specifici della prima e seconda infanzia

Tale fase dello sviluppo implica la costruzione di notevoli acquisizioni sul piano cognitivo, emotivo ed affettivo. In questo momento evolutivo i genitori rappresentano un fondamentale punto di riferimento per questo si ritiene importante il sostegno alla genitorialità sin dalle prime fasi di sviluppo dei figli per aiutare e sostenere la coppia a “far spazio” nella famiglia al nuovo arrivato.

[ Indietro ]







Disagi dell’adolescente e del giovane adulto

I giovani oggi sono spesso impreparati di fronte alle richieste interne ed esterne, manifestano difficoltà ad esprimere il proprio disagio, per tale motivo è importante sostenerli nella costruzione del loro processo di soggettivazione che include l’integrazione della nuova immagine corporea e sessuale, dei valori maschili e femminili, la costruzione di nuovi legami affettivi e sociali e di una relazione stabile con il partner, nonché la scelta in un ambito professionale nel mondo del lavoro oggi così complesso e variegato.

[ Indietro ]







Disagi della famiglia e della coppia

Essere una coppia e genitori, in una famiglia ed in una società in continuo cambiamento è sempre più difficile, ancor più il disagio può acuirsi quando si è genitori di adolescenti messi a dura prova dai passaggi di ciclo vitale di un figlio e di una coppia adulta, segnati spesso da grandi conflittualità, fratture e richieste, entrambi figli e genitori si trovano a dover affrontare dei cambiamenti percepiti spaventosi e ad investire in nuove prospettive personali e di coppia.

[ Indietro ]







Disagi della terza età

Accogliere l’emotività e spesso i vissuti di solitudine degli anziani li aiuta a condividere il significato di quei cambiamenti percepiti come spaventosi e su cui spesso è difficile rintracciare un significato progettuale. Tale  fase vuol dire anche accogliere la prevenzione delle patologie di tipo psicologico e clinico ed il trattamento degli stati dell’umore legati alle patologie degenerative.

[ Indietro ]